Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.

Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca su Informazioni

Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK, ho capito]
Benvenuto login

Come fare un sito

Capire come fare un sito è uno step molto importante perché ci permette di avere il giusto approccio lavorativo nel contesto web. Trovare on line informazioni utili è molto difficile perché facendo questa ricerca con google,"Come fare un sito", noteremo come sia sorprendente leggere concetti differenti, costi molto lontani e approcci che spesso non si assomigliano nemmeno. Chi parla di siti da 500 euro, chi parla di tempistiche lunghissime, chi parla di investimenti importanti. Ma se un cliente vuole capire come fare un sito, cosa deve analizzare e leggere? Ecco alcuni spunti per noi da conoscere

4 step importanti per capire come fare un sito

Se vogliamo fare un sito, dobbiamo analizzare 4 aspetti importanti:

  • Progetto iniziale
  • Scelta tecnica
  • Esecuzione/inserimento contenuti
  • Strategie di post messa in rete

Non cerchiamo di capire come fare un sito sotto l'aspetto tecnico esecutivo in questa fase, perché è normale possa servirci il supporto di una web agency, cerchiamo di capire, invece, come fare un sito da un punto di vista concettuale per avere una presenza aziendale nel web degna dell'azienda che siamo.

La consapevolezza ci permette di essere protagonisti!

Troppe volte ci si fida, troppe volte davanti ad un buon venditore si abbassano le difese e si sceglie senza la giusta criticità, tante volte addirittura si accetta un lavoro che già riconosciamo poco consono ai nostri valori, rischiando poi di entrare in un tunnel di inefficienza e di spese inutili che può portarci a dover rifare tutto facendoci perdere mesi preziosi.

Ci rivolgiamo sostanzialmente a tutte le persone, aziende, enti, professionisti che vogliono dal web un riscontro concreto, a tutte le partite iva che sono indecise e vogliono dal web risultati senza illusioni sia in termini di tempo che di costi; che senso ha parlare di come fare un sito se non siamo concreti nella spesa e nelle tempistiche?.

  • Costa poco fare un sito? No, altrimenti perché le grosse aziende spendono milioni di dollari per la loro visibilità?
  • È facile fare un sito? Non è banale, serve il giusto approccio e serve capire che mentre un cliente in negozio ci parla e ci chiede quello che non capisce, nel sito esce senza troppe difficoltà perché ha soluzioni alternative a portata di click se non siamo abbastanza chiari e concreti.
  • Quali sono i costi reali, nella media, per fare un sito? In media un sito vetrina, che possa essere considerato strumento di lavoro, costa 5/600 euro al mese, un sito e-commerce molto di più, inutile illudersi. Un discorso è parlare di start up o di costi tecnici, un discorso è parlare di costi di insieme. Siamo tra le poche aziende, forse l'unica, che parlano di 4 step importanti per fare un sito!
  • Si può fare un sito senza esperienza? Meglio avere sempre supporto concreto, l'esperienza si fa nel tempo, ma se la web agency si dimostra seria è un ottimo aiuto.
  • Chi scegliere per fare il sito? Chi troviamo on line con una certa facilità, chi investe nella visibilità perché significa che saprà fare anche con noi le stesse cose; scegliamo chi ci fa vedere lavori che ci piacciono o che si approccia a noi e ci fa capire bene costi e prospettive. Se il prezzo è troppo basso, riflettiamo.

Come fare un sito

Il progetto iniziale per fare un sito di successo: fase 1

Il progetto iniziale ci permette, a vari livelli, di scegliere che tipo di approccio avere, il budget ideale da investire e che tipo di alternative possiamo valutare. Il prezzo varia dall'entità del lavoro, ma qualche centinaio di euro, per un progetto medio piccolo, sono ben spesi se vogliamo avere una certa prospettiva. Vien da se che se parliamo di portali, siti che prevedono login cliente o aree particolari con cui il cliente può interagire, è doveroso un progetto con costi maggiori.

Se ne parla poco del progetto iniziale, perché si preferisce essere subito operativi senza troppe domande, ma un sito di successo deve essere frutto di una progettazione. Più è complesso il progetto, più serve programmare bene passaggi e step. Su questa linea lavorativa sono nati i migliori portali del mondo.

Scelta tecnica del sito: come fare un sito, fase 2

La scelta tecnica è sostanzialmente di 3 tipi:

  • Soluzioni gratuite pre/confezionate o software low cost
  • Soluzioni fatte e proposte dalla web agency
  • Soluzioni personalizzate

C'è un abisso di differenza tra queste scelte. La progettazione iniziale e le prospettive future a cui ambiamo, ci possono dare le prime indicazioni.

1) Le soluzioni gratuite sono pacchetti pre confezionati, uguali per tutti, che necessitano di costanti aggiornamenti, sono pacchetti abbastanza pesanti nella gestione nel senso che il sito diventa un po' macchinoso e lento nell'apertura delle pagine e la scelta di avere un codice sorgente pubblico li rende spesso facili prede per hacker, quindi non così sicuri.

2) Le proposte aziendali, come il caso di amdweb con yost.technology permettono di avere con un canone  mensile delle strutture che possono essere nel tempo veri e propri siti su misura. Dipende dall'azienda, dipende dalla web agency cosa propone perché, nell'esempio della nostra proposta, è un lavoro tecnico di anni, ottimizzato seo e implementabile in base alle specifiche esigenze aziendali. Non parliamo di parte tecnica castomizzata da pacchetti pre confezionati, ma di un vero e proprio progetto tecnico gestito dallo staff. amdweb garantisce sempre supporto tecnico compreso nel prezzo, aggiornamenti e migliorie sempre compresi nel canone o nel costo annuale. Il vantaggio? Nessun investimento iniziale, lavoro in progress, crescita programmata, personalizzazione nel tempo della parte tecnica e sempre il supporto di una web agency professionale.

3) Il lavoro su misura, implica consapevolezza e un investimento importante. Dobbiamo dare chiare indicazioni all'azienda, dobbiamo aver chiari molti concetti per poter far fare un codice sorgente personalizzato e avere sempre il controllo delle specifiche di lavoro così da non avere mai vincoli con nessuno. È di solito una scelta molto precisa che si fa quando si fa personale interno o si stanno programmando progetti molto grandi.

Esecuzione e inserimento contenuti: come fare un sito, fase 3

Ecco la parte che vede il cliente, i contenuti, la grafica, gli inserimenti, le immagini. Chi le fa? Se l'azienda che ci segue nel sito ci chiede il materiale per copiarlo nel sito, senza rivederlo, significa che non stiamo lavorando in chiave seo, quindi per essere visibili serviranno altri costi. È fondamentale fare un preciso investimento nei contenuti perché il testo è il nostro messaggio che arriva al cliente. Non dimentichiamo mai che in pochi click il visitatore esce e trova alternative. Non è nel nostro negozio in cui possiamo discutere. Un bravo venditore, non sempre è un bravo stratega web.

Fase della visibilità

Siamo nella fase che coordina il progetto con la parte tecnica e siamo nella fase in cui il progetto prende forma. Nessun link deve essere casuale, nessuna pagina deve essere messa senza un senso se vogliamo dare un caloroso benvenuto ai nostro visitatori. Diamo il giusto valore a questa fase, cuore del progetto e impariamo a capire concetti come questi:

  • visibilità
  • ottica seo
  • essere in prima pagina
  • trovare nuovi clienti
  • parole chiave o query di ricerca.

Non facciamo da soli se non siamo certi di fare un buon lavoro,altrimenti compromettiamo la visibilità del progetto.

Post messa in rete, come fare un sito fase 4

Altra parte delicata, la parte che meno viene spiegata ed affrontata perché scomoda visto che impone altri investimenti. Un sito non finisce quando si mette on line, il lavoro del fare un sito, non finisce mai se vogliamo uno strumento di lavoro. Strategie di mail marketing, social network, seo, pubblicità con il pay per click sono tutte analisi da fare quando il sito è operativo, testato e pubblico. Fase costosa, il post messa in rete è costoso sia in termini di soldi che di tempo. Possiamo vedere un sito come un negozio fisico, serve tenerlo aperto, serve personale  a disposizione del cliente, serve sistemare il magazzino, serve fare attenzione ai riordini e alla sistemazione generale del tutto se si vuole vendere. Se la nostra idea di sito è quella di pubblicare qualche pagina o proporre qualche prodotto e aspettare i clienti, cerchiamo di fare più chiarezza perché siamo nella direzione sbagliata.

Come fare un sito, considerazione d'insieme

Cerchiamo di dare spunti di riflessione, perché molti ci chiedono come fare un sito, se è facile o se serve per forza spendere tanto. Non sono postulati, ma solo spunti di riflessione che dovrebbero servirci per capire che se le grosse compagnie spendono molto o meglio investono molto forse è perché non ci sono tante altre strate economiche o forse perché il giusto compromesso spesa/guadagno è legato ad un costo importante.

Non è spendere tanto, spendere 7/8 mila euro all'anno per fare e gestire un sito, diventa tanto se lo paragoniamo a molte offerte poco chiare che parlano di siti internet a 500 euro. È il nostro riferimento al prezzo che deve cambiare, seguendo una linea di lavoro che se guardiamo con una certa obiettività, non presenta nulla di nuovo né di innovativo. Una casa, si progetta, si scelgono materiali e finiture, si arreda e si vive, spendendo nel tempo me cambiare/migliorare. Non ci stiamo inventando nulla di nuovo.

Vogliamo capire come fare un sito? Non cerchiamo scorciatoie, non cerchiamo solo il prezzo più basso ma impariamo a guardare l'insieme. amdweb offre una parte tecnica in licenza d'uso, che permette di avere sempre assistenza tecnica compresa nel prezzo, aggiornamenti e migliorie che vengono controllate dallo staff proprio a fronte di un piccolo costo iniziale e di un canone mensile o annuale; Il confronto fine a se stesso con le parti tecniche gratuite non ha senso, perché per ogni cosa con i sistemi open source dobbiamo fare da soli senza nessun supporto tecnico. Facile spendere poco se dobbiamo fare da soli!

Pensiamo al nostro lavoro, a quante competenze dobbiamo avere e a quanti sacrifici abbiamo fatto per arrivare a proporre certi prodotti o servizi: ci rifiutiamo di fare confronti con chi propone immondizia a poco prezzo e ci rifiutiamo anche di pensare che si tratta di prodotti simili.

Capire per scegliere meglio, capire per spendere meglio, capire per arrivare ad avere dal web uno strumento di lavoro!

Come fare un sito
Inserito il:18/09/2015 09:13:59
Ultimo Aggiornamento:27/10/2017 11:45:13
Condividi nelle tue pagine Social


Faiconoscerelatuaazienda
più visibilità alla tua azienda!

In evidenza

Attenzione al prezzo, ma soprattutto attenzione all'esperienza che ha l'azienda ...
leggi..
Se si pensa di spendere poco e che sia facile meglio lasciar perdere, se invece...
leggi..
Cosa rende un sito appetibile per i clienti? Ci sono aspetti importanti che non si possono sottovalutare anche se, purtroppo, spesso...
leggi..
amdweb usa e consiglia
yost technology
Yost.tecnology

la piattaforma più evoluta di sempre, per creare e gestire siti internet
yost.technology