Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.

Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca su Informazioni

Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK, ho capito]
Benvenuto login

Cosa sapere prima di fare un sito

Sono davvero tante le cose che si dovrebbero sapere prima di fare un sito perché sono davvero tanti gli aspetti da trattare; contenuti, grafica, piattaforma, strategie di visibilità... sono solo un punto di partenza che deve sostanzialmente far capire che

  • fare un sito non è un gioco
  • fare un sito costa
  • fare un sito è un impegno e per l'azienda un investimento importante

amdweb nel contesto consulenziale strategico consiglia di partire da uno schema di lavoro per capire cosa sapere prima fare un sito, tenendo presente che lo schema tratta 4 macro aspetti che devono a loro volta essere analizzati e interpretati in base alle singole esigenze dell'azienda.

Sottovalutare questi aspetti significa buttare soldi!

Aspetti tecnico strategici

aspetti tecnico realizzativi di un sito | faiconoscerelatuaazienda.it
  • Progetto iniziale (obiettivi, aspettative, tempi)
  • Scelta tecnica (costi, opportunità nel medio lungo termine)
  • Realizzazione contenuti (Progetto comunicativo, progetto redazionale e stesura testi)
  • Post messa in rete (tutti gli aspetti che fanno lavorare un sito)
Aspetti economici

aspetti economici di un sito | faiconoscerelatuaazienda.it
  • Costi tecnici (piattaforma, dominio, certificati, personalizzazioni e assistenza)
  • Costi realizzativi (progetti, foto, inserimenti)
  • Costi grafici (desktop, mobile, immagine coordinata)
  • Costi pubblicitari (come si fa trovare il sito? ppc, social, seo, mail marketing?)

L'idea di avere un sito aziendale tutto nostro è molto allettante, leggere poi on line che costa poco, ancora di più. Prima di spendere, però, da buoni imprenditori, è giusto capire bene cosa c'è da sapere prima di fare un sito e cosa serve per renderlo "speciale", perché non è tanto importante quanto si spende per farlo, ma quanto, piuttosto, potrà rendere nel tempo.

Ci permettiamo di fare una prima considerazione, utile soprattutto a chi sta cercando di capire cosa sapere prima di fare un sito: fare un sito aziendale non costa poco, non è facile e per farlo serve competenza.

È vero che la professionalità costa molto, ma costa molto di più affidarsi ad improvvisati!

Cosa sapere prima di fare un sito? la consapevolezza permette di spendere bene, se cerchiamo l'affare dobbiamo essere informati per saperlo cogliere!

Cosa sapere prima di fare un sito?

Perché ci sono cose da sapere prima di fare un sito?

Ci sono cose da sapere prima di fare un sito, perché quello che si vede può sembrare tutto uguale, sia negli aspetti tecnici che negli aspetti visivi, quindi grafici, ma i siti non sono tutti uguali ed i costi possono essere molto differenti appunto per cose "simili".

  • Ci sono parti tecniche gratuite che molte web agency fanno pagare come se fatte su misura, sfruttando la pigrizia di chi paga (basta fare qualche ricerca per capire quante soluzioni tecniche ci possono essere per fare un sito).
  • Ci sono strategie scomode da spiegare/capire, come l'essere in prima pagina in maniera naturale, strategie seo, che molte web agency non spiegano e danno per scontate facendo cercare il sito con il proprio nome.
  • Ci sono costi annuali, che spesso non sono adeguatamente specificati, dominio o assistenza negli aggiornamenti per fare un esempio.
  • Ci sono investimenti necessari, che spesso per praticità molte web agency omettono di spiegare, tra tutti la visibilità.

Ci sono cose da sapere prima di fare un sito perché non ci sono regolamentazioni che impongano una certa qualità del lavoro e si rischia di essere ammaliati dal prezzo e mettere on line un sito che non è di nessuna utilità all'azienda.

Partiamo dal progetto del sito, che non deve necessariamente essere un manuale cartaceo, ma ci serve per dare degli obiettivi di massima e capire che tipo di parte tecnica usare. In base all'idea di partenza possiamo scegliere parti tecniche gratuite o fatte su misura. Anche se l'idea è semplice, anche se il progetto è per un sito vetrina noi consigliamo sempre di fare uno start up progettuale perché proprio dal progetto iniziale possiamo iniziare a capire se stiamo facendo la scelta giusta e possiamo iniziare a vedere le cose in prospettiva.

La scelta tecnica è conseguenza del lavoro iniziale di progettazione e permette di costruire quanto si è ipotizzato nel progetto. La parte tecnica è un passaggio delicato perché implica delle competenze che vanno un po' al di là del sito stesso.

Il mercato propone tecnicamente

  • Soluzioni gratuite, open source
  • Soluzioni su misura
  • Soluzioni in licenza

I nostri servizi tecnici per fare un sito

Le nostre proposte tecniche sono proposte costruite, gestite e controllate dallo staff, sono parti tecniche di nostra produzione. Siamo stati prima di tutto clienti e abbiamo provato

  • Le soluzioni su misura ma ci siamo resi conto che hanno costi davvero importanti oltre che tempi di sviluppo impegantivi
  • Le suluzioni gratuite, tutto subito e gratis, ma sono lente e chiedono costanti aggiornamenti, senza contare che non sempre è possibile avere personalizzazioni

Ci sono vantaggi e svantaggi, normale e questo ci ha spinto a sviluppare una nostra idea, yost.technology, quello che noi da clienti avremmo voluto trovare. yost.technology è il punto di partenza per gestire un sito vetrina, un sito e-commerce e/o blog, con tutto quello che serve e un sito deve avere per essere on line. Il vantaggio è nel servizio stesso, senza vincoli, con costi chiari e con la possibilità di avere sviluppi in progress.  È  possibile personalizzare le grafiche, è possibile lavorare in autonomia, è possibile avere completa gestione del sito e ogni imprevisto tecnico è controllato dallo staff.

Faiconoscerelatuaazienda è un progetto che propone yost.tecnology, la parte tecnica ottimizzata per i motori di ricerca, in licenza d'uso con assistenza tecnica sempre compresa nel prezzo e senza alcun vincolo di permanenza.

Non è importante cosa si sceglie, è importante poter scegliere e saper scegliere il meglio.

Tra le cose da sapere prima di fare un sito, c'è la gestione dei contenuti. Chi scrive i contenuti? Molte web agency pretendono i testi dai clienti e quello che dobbiamo sapere prima di accettare è che questo significa scarsa visibilità. I testi, i contenuti, le parti scritte sono l'unico sistema che abbiamo per arrivare al cliente finale facendoci trovare attraverso i motori di ricerca. Se il testo è fatto male o fatto da chi non ha esperienza, non serve a nulla perché a leggerlo saranno i nostri già clienti che arriveranno al sito solo perché gli indichiamo il corretto indirizzo.

  • Progetto
  • Scelta tecnica
  • Contenuti

Non parliamo di ingredienti fine a se stessi, ma di un progetto d'insieme che possa essere di aiuto all'azienda. SEO, visibilità naturale o a pagamento, clienti, sono concetti che devono essere integrati in questi step di base per fare un sito. La parte tecnica deve aiutare, un po' come un'auto che si compera in base al tipo di utilizzo che ne facciamo, poi valutiamo anche estetica e costi: una famiglia con 4 figli, non compera una 2 posti!

Una volta fatto il sito?

  • Post messa in rete

Ecco un altro aspetto da sapere prima di fare un sito, il post messa in rete. Una volta fatto il sito, cosa succede? Cosa dobbiamo aspettarci? Per molti clienti questo step è arabo puro, incomprensibile, perché mai nessuno ha detto loro che c'è un post messa in rete. Serve investire, serve farsi trovare e far trovare sempre nuovi contenuti, nuove offerte, nuove informazioni perché, se ci pensiamo bene, da clienti lo pretendiamo, un sito che vuole essere uno strumento di lavoro, deve comunicare e far trovare sempre cose nuove al cliente che lo visita. Chi di noi visiterebbe un sito che nel tempo non cambia mai? Che senso ha un sito che dice sempre le stesse cose? Ovviamente dobbiamo contestualizzare e prendere queste considerazioni come spunti, ma in linea di massima, se non movimentiamo il sito, quindi se non curiamo il post messa in rete del progetto, rischiamo di aver speso male i nostri soldi.

Considerazioni da fare e capire PRIMA di fare un sito

  • Progetto
  • Scelta tecnica
  • Contenuti
  • Post messa in rete

Come possiamo intuire sono 4 passaggi che implicano una serie di considerazioni che a loro volta implicano competenza nell'analizzare il progetto. Quando sentiamo di siti da qualche centinaio di euro, chiediamoci come fanno a fare tutto questo senza gli opportuni costi; perché amazon, ebay o subito investono nella pubblicità milioni di dollari al mese se con qualche centinaio di euro si riuscisse ad avere un sito che realmente funziona?

 

Inserito il:29/09/2015 09:55:24
Ultimo Aggiornamento:30/04/2020 12:27:58
Condividi nelle tue pagine Social


Faiconoscerelatuaazienda
più visibilità alla tua azienda!

In evidenza

Attenzione al prezzo, ma soprattutto attenzione all'esperienza che ha l'azienda ...
leggi..
Se si pensa di spendere poco e che sia facile meglio lasciar perdere, se invece...
leggi..
Cosa rende un sito appetibile per i clienti? Ci sono aspetti importanti che non si possono sottovalutare anche se, purtroppo, spesso...
leggi..
amdweb usa e consiglia
yost technology
Yost.tecnology

la piattaforma più evoluta di sempre, per creare e gestire siti internet
yost.technology