Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.

Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca su Informazioni

Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK, ho capito]
Benvenuto login

Vale la pena fare un sito per vendere on line?

Vale la pena fare un sito per vendere on line? Sì, vale la pena fare un sito per vendere on line, ma dipende dal tipo di progetto che si sceglie di fare. Fare un sito per la vendita on line è facile, farlo funzionare meno.

Se vogliamo fare un progetto per avere uno strumento di lavoro, il sito per vendere on line è senza dubbio una risorsa, se pensiamo di iniziare con siti gratuiti o con consulenti che giocano al ribasso per la loro poca esperienza, di certo la vendita on line non è di aiuto all'azienda e non possiamo certo dire che ne vale la pena.

Cerchiamo di capire cosa serve, cerchiamo di capire come funziona il web in generale e cerchiamo di capire come un sito, sia esso vetrina che e-commerce possa essere utile all'azienda. Capire ci permette di scegliere ed essere critici, capire ci permette di investire meglio, capire ci permette di ponderare e contribuire allo sviluppo.

Quando non vale la pena fare un sito per vendere on line?

Non vale la pena fare un sito per vendere on line quando non siamo coinvolti e affrontiamo la nostra presenza aziendale nel web con passività perché alla lunga ci stancheremo di spendere e, non da meno, perché non saremo mai in grado di capire le reali possibilità che si potrebbero presentare con il web. Troppe volte si cerca una web agency che faccia tutto da sola, partendo magari da un catalogo, ma l'approccio, dalle nostre esperienze, non porta a nulla.
(Chiedete a chi parla male dei siti ecommerce, quanto si è interessato di capirci di più finché si faceva il lavoro).

Attenzione anche all'approccio che ha il nostro potenziale fornitore, la web agency che abbiamo scelto, per capirci meglio, perché parole come fidati di noi, lascia fare a noi, facciamo noi da soli, non sono sempre funzionali. Fidiamoci, certo, ma pretendiamo di capire bene soprattutto quando non siamo d'accordo o quando il sito non ci rappresenta. Del resto non dimentichiamo mai che noi siamo i primi navigatori e per quanto siamo inesperti, quando il sito non ci convince probabilmente non convincerà nemmeno il nostro cliente finale.

L'approccio migliore per fare un sito che vende

Consigliamo massima chiarezza su due macro aspetti nella realizzazione di un sito, il primo tecnico strategico, il secondo economico.  Consigliamo di affrontare sempre e con estrema consapevolezza, almeno concettuale, ogni passaggio per scegliere il meglio e investire nella presenza aziendale con cognizione di causa. Ne parleremo spesso, perché sono questioni molto delicate che influiscono sul lavoro finale.

Aspetti tecnico strategici

aspetti tecnico realizzativi di un sito | faiconoscerelatuaazienda.it
  • Progetto iniziale (obiettivi, aspettative, tempi)
  • Scelta tecnica (costi, opportunità nel medio lungo termine)
  • Realizzazione contenuti (Progetto comunicativo, progetto redazionale e stesura testi)
  • Post messa in rete (tutti gli aspetti che fanno lavorare un sito)
Aspetti economici

aspetti economici di un sito | faiconoscerelatuaazienda.it
  • Costi tecnici (piattaforma, dominio, certificati, personalizzazioni e assistenza)
  • Costi realizzativi (progetti, foto, inserimenti)
  • Costi grafici (desktop, mobile, immagine coordinata)
  • Costi pubblicitari (come si fa trovare il sito? ppc, social, seo, mail marketing?)

Perché insistiamo su questi passaggi? Insistiamo perché:

1) se abbiamo già un sito e non funziona ci sono utili per capirne i motivi;

2) se vogliamo avvicinarci al web abbiamo un punto di partenza utile per fare le nostre prime considerazioni;

3) se stiamo già lavorando con una web agency possiamo analizzare il percorso intrapreso e avere un confronto con un punto di vista più critico.

Insistiamo su progetto iniziale, scelta tecnica, contenuti e post messa in rete, per creare consapevolezza e per far capire che sì vale la pena fare un sito per vendere on line ma per funzionare deve esserci un minuzioso lavoro di costruzione strategica che inizia con la stesura del progetto e continua nel post messa in rete.

Molti siti e-commerce non funzionano perché si pensa solo a costruire tecnicamente un sito, si prova a fare una transazione e vedendo che tutto funziona si pensa che sia sufficiente, errore tipico che si commette quando si trovano super offerte on line siti completi a qualche centinaio di euro; si investe troppo poco perché non si sono cercate, prima di iniziare, tutte le informazioni necessarie per creare un sito e-commerce che funzioni.

È importate spendere poco, ma è importante avere un corretto ancoraggio del concetto di poco. Sì al risparmiare ma cercando di trovare un compromesso spesa/investimento che non arrivi a compromettere il lavoro.

Quanto è giusto spendere per fare un sito per vendere on line?

Difficile fare un prezzo, ma se seguiamo bene i 4 punti sopra, riusciamo a quantificare meglio il valore di un lavoro.

Un progetto iniziale che implichi almeno un po' di ricerche su concorrenza, mercato, aspettative e possibilità non è strano possa costare qualche migliaio di euro costo che di solito si vorrebbe stanziare per un sito e-commerce completo.

Gli aspetti tecnici che tanto si sottovalutano preferendo parti tecniche preconfezionate, possono avere un peso importante sul budget complessivo, ma attenzione ai compromessi che si accettano se non si sceglie il meglio, non a caso parliamo di scelta tecnica, secondo step della scaletta che proponiamo di analizzare per fare qualsiasi progetto on line.

Il progetto faiconoscerelatuaazienda, propone yost.technology, la soluzione tecnica ideale per fare siti perché comprende sempre, nei costi mensili, l'assistenza tecnica, aspetto che spesso si sottovaluta trovandosi a spendere nel tempo molto di più per usare un sito preconfezionato che un sito fatto su misura, non a caso parliamo di progetto iniziale, primo step della scaletta che proponiamo di analizzare per fare qualsiasi progetto on line. Il costo tecnico di yost.technology varia in base al numero di prodotti che si vendono, quindi:

  • start up da 2790 euro per una versione di base, con canone dopo 6 mesi di
    • 29 euro al mese se si vendono meno di 30 prodotti
    • 59 euro al mese se si vendono fino a 150 prodotti
    • 79 euro al mese se si vendono fino a 300 prodotti

La stesura dei contenuti, quanto costa in un sito e-commerce?

amdweb propone come costi medi per la stesura dei contenuti di un sito e-commerce ottimizzati seo 30/40 euro a prodotto, tenendo sempre conto che si insegna al cliente a fare in autonomia gli inserimenti meno rilevanti o, per essere più concreti, gli inserimenti in cui si guadagna meno. A conti fatti, un e-commerce che ha 100 prodotti da inserire, spende circa 3/4 mila euro, cifra impegnativa se consideriamo che molte aziende propongono pacchetti completi a meno di 1500 euro. Il punto da affrontare, però è un altro: vale la pena fare un sito per vendere on line? Se vogliamo vendere dobbiamo affrontare un'insieme di ingredienti che possano rendere piacevole il nostro piatto. Senza visibilità non vale la pena fare un sito per vendere on line.

Post messa in rete di un sito e-commerce

Ultimo aspetto da considerate, sempre legato a costi e convenienza del fare un sito ecommerce, è il post messa in rete e cerchiamo di affrontare l'argomento con una certa insistenza perché è una voce spesa non così irrisoria che sempre, in generale, si omette di trattare. Serve proporsi, serve farsi trovare, serve alimentare costantemente il nostro progetto. L'esempio migliore è il negozio fisico in cui sempre si pulisce, sempre si spende per bollette, personale, migliorie a prescindere dal fatto che siamo in affitto o sia di proprietà. Il concetto di post messa in rete deve essere chiaro perché un sito non può essere abbandonato fine a se stesso né se parliamo di sito vetrina, né sia esso un sito e-commerce.

Newsletter, sms, social network, offerte, sconti, promozioni, vendite con preordini, sconti fedeltà sono tutti spunti da trattare per aiutare il sito dopo la sua pubblicazione.

Vale la pena fare un sito per vendere on line?

Torniamo ai presupposti iniziali, Vale la pena fare un sito per vendere on line se lo facciamo con criterio e senza illuderci che un sito fatto in economia sia un trampolino di lancio.

 

Inserito il:06/11/2015 08:50:55
Ultimo Aggiornamento:05/06/2020 14:29:38
Condividi nelle tue pagine Social


Faiconoscerelatuaazienda
più visibilità alla tua azienda!

In evidenza

Attenzione al prezzo, ma soprattutto attenzione all'esperienza che ha l'azienda ...
leggi..
Se si pensa di spendere poco e che sia facile meglio lasciar perdere, se invece...
leggi..
Cosa rende un sito appetibile per i clienti? Ci sono aspetti importanti che non si possono sottovalutare anche se, purtroppo, spesso...
leggi..
amdweb usa e consiglia
yost technology
Yost.tecnology

la piattaforma più evoluta di sempre, per creare e gestire siti internet
yost.technology